13/05/2021

FAQ – Domande Frequenti

Nella categorie delle Tecnologie Assistive rientrano tablet, tastiere, telefoni la cui natura non è evidentemente la stessa di siringhe o cuscini antidecubito. Nell’allegato 5 del DPCM 12/1/2017, la descrizione stessa del comunicatore dinamico fa esplicito riferimento alla possibilità di avvalersi di hardware standard, quindi ovviamente non Dispositivo Medico. 

La dicitura sull’allegato 5 del DPCM 12/1/17 dell’elenco 2b va interpretata infatti come indicato a pagina 23 del documento qui consultabile 

Inoltre a pag 26 l’autore,  Francesco Bottiglieri, già Ministero della Salute, Ufficio Programmazione Sanitaria, docente alla scuola per la PA, anticipa la modifica già approvata e in attesa di pubblicazione che farà chiarezza al riguardo. 

Si lo sono. Nel codice 22.30.21 – Macchine per il riconoscimento dei caratteri (sistemi OCR) –  nelle indicazioni cliniche prescrittive si legge “sono altresì indicati per assistiti con DSA certificati per i quali il medico specialista accerti il vantaggio derivante dall’utilizzo

E’ fortemente sconsigliato. Senza specificare le caratteristiche tecnico/funzionali dell’ausilio provato è molto probabile che verrà fornito un ausilio inappropriato rispetto all’esigenze dell’utente.

No, se l’importo della fornitura non supera i 40.000 euro si può procedere con affidamento diretto, anche senza consultare altri operatori economici, come indicato all’articolo 36 dei Codice degli Appalti ”Contratti sotto soglia”.